Le direttive WEEE e RoHS

La direttiva WEEE, implementata in Italia con il decreto legislativo N. 151/05 è una misura dell'Unione europea, destinata agli Stati membri, in base alla quale l’EEE (il materiale elettronico ed elettrico) deve essere marcato con un adesivo. I produttori dovranno quindi adottare uno schema di riciclaggio che sia riconosciuto dalla WEEE.

La direttiva RoHS è stata implementata attraverso l'articolo 5 dello stesso Decreto legislativo (N. 151/05), in base al quale l'apparecchiatura deve aderire alle limitazioni sull’utilizzo di materiali pericolosi.

Dopo il luglio 2006 soltanto il materiale elettrico che è conforme a questa direttiva può essere venduto all’interno dell'UE.

Nel caso italiano l'importatore (fuori dall'Italia) o il fornitore dell'apparecchiatura è conosciuto come “produttore” di quell'apparecchiatura. Spetta al produttore quindi accertare la conformità del materiale. Gli importatori potrebbero richiedere semplicemente la conferma dal fornitore non italiano e avere da lui una dichiarazione di conformità. Avendo colto l’opportunità, NextiraOne Italia è lieta di confermare quanto segue:

Visto che si sta ancora discutendo se NextiraOne sia considerata o meno un “produttore” (in quanto siamo un rivenditore di apparecchiature fornite da produttori all’interno e all’esterno del mercato comunitario europeo), NextiraOne Italia sta adottando un metodo più sicuro e rigoroso per aderire comunque alle direttive ROHS e WEEE. Come tale noi configuriamo e installiamo le apparecchiature, ma non rimuoviamo il nome del fornitore visualizzato sull'apparecchiatura stessa.

Ugualmente, NextiraOne Italia - essendo installatore di tali apparecchiature - sta cercando una dichiarazione formale di conformità alla direttiva RoHS sia dai produttori di materiale elettrico all’interno dell’UE sia da quelli non-UE, senza specificare però al produttore il contenuto delle componenti.

Chiaramente, nelle sue attività, NextiraOne Italia può essere ritenuta responsabile della disinstallazione del materiale elettrico che si è guastato, e si impegna quindi a fornire assistenza attraverso un accordo di supporto per il cliente NextiraOne sottoscritto con il produttore. In questo modo, il ritorno di NextiraOne Italia al processo del produttore (RMA) è rispettato in ogni caso. La responsabilità finale per lo smaltimento, dunque, spetta al produttore.

Detto ciò, il Governo il 22 dicembre 2006 ha posposto la scadenza per l'applicazione definitiva della direttiva WEEE al 30 giugno 2007. Il Governo è stato costretto ad un rinvio perché finora non è riuscito a pubblicare i quindici decreti che sono necessari per avere la Registrazione WEEE , non facendo alcuna menzione al Comitato di sorveglianza.

Non appena la direttiva WEEE sarà completamente implementata e operativa, NextiraOne Italia cercherà la piena conformità alle sue prescrizioni.

Smaltimento dell'apparecchiatura ridondante “locale” di NextiraOne Italia

NextiraOne Italia è lieta di confermare che l'eliminazione sicura della propria apparecchiatura ridondante locale* aderisce alla finalità delle direttive RoHS e WEEE.

Laddove le apparecchiature saranno ritenute definitivamente obsolete, verranno vendute a terze parti a un prezzo conveniente per ulteriori utilizzi, sotto la responsabilità del compratore.

In alternativa, quando uno spreco sarà generato dal mancato riuso di un'apparecchiatura, NextiraOne Italia accerterà la ricezione della certificazione adatta da parte di aziende accreditate e certificate sullo smaltimento sicuro di tali apparecchiature.
Per concludere, NextiraOne Italia è sicura di essere un datore di lavoro responsabile e di avere a disposizione una politica per eliminazione di apparecchiature elettriche ed elettroniche locali, rimanendo conforme alle direttive WEEE e RoHS da una prospettiva di core business, e assicurando che i produttori nostri partner siano conformi tramite l’uso di processi specifici RMA e attraverso la nostra funzione logistica.

*Locale: apparecchiatura che è direttamente posseduta da NextiraOne Italia e localizzata nei suoi uffici o in quelli dei propri partner.